Tag Archives: riscaldamento

La stagione fredda è alle porte, fai eseguire al tuo tecnico di fiducia le necessarie manutenzioni del’impianto di riscaldamento.
Siamo pronti a consigliarti le migliori soluzioni per l’efficientamento del tuo impianto, manutenzione, messa a punto, riparazione o sostituzione, risparmio e rispetto dell’ambiente.

 

La sostituzione della caldaia e la messa a punto del’impianto sono sicuramente un’ottima opportunità di investimento, il risparmio economico è ovviamente tanto più elevato quanto più è inefficiente l’impianto esistente.

Con le nostre competenze, siamo in grado di consigliarvi e guidarvi alla scelta degli interventi di efficientamento migliori per permettervi di risparmiare denaro ed emissioni inquinanti.

Se le condizioni sono ottimali, non è improbabile andare oltre la tradizionale concezione di impianto di riscaldamento (a gas) ed installare sistemi di climatizzazione con generatore Ibrido (gas-elettrico) oppure in Pompa Di Calore (elettrico) con il massimo dei vantaggi fiscali ed incentivi vari al risparmio energetico e alla salvaguardia dell’ambiente.

Le caldaie a legna sono una scelta pratica ed intelligente per chi non è collegato ad una rete di distribuzione del gas naturale (metano), non vuole utilizzare il GPL (gas del bombolone, generalmente poco conveniente), ma vuole utilizzare una fonte rinnovabile di energia. La legna è dal canto suo un po’ più impegnativa, necessita di spazio per l’impiantistica e per lo stoccaggio, necessita in oltre di un po’ di tempo per la gestione, la caldaia a legna, specie per il riscaldamento invernale, necessita infatti di essere caricata ogni giorno.

A differenza della stufa, che scalda l’aria, la caldaia a legna può soddisfare tutte le richieste di energia termica dell’edificio, dai moderni sistemi di riscaldamento radiante ai vecchi termosifoni ad alta temperatura e se necessario produrre anche acqua calda sanitaria.

Le caldaie a biomassa sono tendenzialmente più complesse da gestire e da manutenere, rispetto alle caldaie a gas, più costose quindi, ovvio. Sembra banale, ma dire “chi più spende meno spende” per una buona caldaia a legna non lo è affatto, le differenze funzionali tra le varie fasce di prezzo sono evidenti. Una buona caldaia a legna sa essere efficiente e poco impegnativa.

La qualità della legna è fondamentale per il buon funzionamento del generatore, migliore è il combustibile, migliore sarà la combustione e minori saranno le impurità, la cenere residua, la fuliggine che sporcherà la caldaia andando a ridurne nel tempo le prestazioni. Si raccomanda infatti una stagionatura di 2-3 anni per il miglior risultato.

Le buone caldaie a legna si distinguono principalmente per rendimento, affidabilità e comfort di utilizzo, quest’ultimo comprende minima rumorosità, gestione del carico pellet, gestione dell’impianto idraulico, semplicità di utilizzo con la possibilità di supervisione da remoto, minima manutenzione ordinaria e minima dispersione del calore nel locale di installazione.

Poter gestire con estrema semplicità la vostra caldaia a pellet, il vostro impianto, avendo tutto sempre sotto controllo, voi direttamente oppure da remoto il vostro tecnico, senza avere il pensiero fisso della manutenzione costante, giustifica e merita un piccolo sforzo iniziale.

Le caldaie a pellet sono una scelta pratica ed intelligente per chi non è collegato ad una rete di distribuzione del gas naturale (metano), non vuole utilizzare il GPL (gas del bombolone, generalmente poco conveniente), vuole utilizzare una fonte rinnovabile di energia, ma comunque essere relativamente libero di non dover pensare sempre ad alimentare la caldaia con carichi giornalieri e come accade per le caldaie a legna.

A differenza della stufa, che scalda l’aria, la caldaia a pellet può soddisfare tutte le richieste di energia termica dell’edificio, dai moderni sistemi di riscaldamento radiante ai vecchi termosifoni ad alta temperatura e se necessario produrre anche acqua calda sanitaria.

Le caldaie a biomassa sono tendenzialmente più complesse da gestire e da manutenere, rispetto alle caldaie a gas, più costose quindi, ovvio. Sembra banale, ma dire “chi più spende meno spende” per una buona caldaia a pellet non lo è affatto, le differenze funzionali tra le varie fasce di prezzo sono evidenti. Una buona caldaia a pellet sa essere efficiente e poco o nulla impegnativa, quasi come una caldaia a gas.

Solarfocus pellet Top

Si distinguono principalmente per rendimento, affidabilità e comfort di utilizzo, quest’ultimo comprende minima rumorosità, gestione del carico pellet, gestione dell’impianto idraulico, semplicità di utilizzo con la possibilità di supervisione da remoto, minima manutenzione ordinaria e minima dispersione del calore nel locale di installazione.

Poter gestire con estrema semplicità la vostra caldaia a pellet, il vostro impianto, avendo tutto sempre sotto controllo, voi direttamente oppure da remoto il vostro tecnico, senza avere il pensiero fisso della manutenzione costante, giustifica e merita un piccolo sforzo iniziale.

Arriva il freddo, la vostra caldaia è pronta?

Fai controllare la tua caldaia dal tuo tecnico di fiducia e se necessario sei ancora in tempo per la sostituzione prima che arrivi il freddo. Non farti cogliere di sorpresa. Idromax è pronta a darti il supporto tecnico di cui hai bisogno. Idromax il tuo idraulico di fiducia.
La caldaia è il cuore del tuo impianto di risaldamento ed è importante che sia sempre efficiente. Pur essendo un elemento quasi superato per i moderni impianti, la caldaia è ancora il generatore più diffuso e anche la sua ultima evoluzione “la condensazione” ha un grande spazio di utilizzo nelle sostituzioni  dei generatori esistenti.
Essendo la caldaia il generatore di calore, più questa è efficiente maggiore sarà il risparmio di combustibile. Sembra assurdo ma al contrario di quello che è un pensiero comune, meno sono efficienti l’impianto e l’involucro dell’edificio, maggiore sarà il risparmio €conomico garantito dalla sostituzione del vecchio generatore.
La frase che ci si sente dire più spesso è “ma la vecchia caldaia va bene, non da problemi, se ne darà la sostituiremo”, ma non si fa mai una importantissima valutazione economica di quanto ci costa lo spreco energetico. Una diminuzione del 30% dei consumi derivante dalla sostituzione del generatore con uno a condensazione è realistica, talvolta si può arrivare anche al 50%, quindi, ipotizzando un consumo annuale medio di una famiglia tipo di 1.500,00€/anno, il 30% corrisponde a 500,00€/anno. Sono certo che i 500,00€ non sono una cifra accettabile per la riparazione di una vecchia caldaia e chiunque preferirebbe sostituirla, quindi per lo stesso principio perché non sostituirla se consuma troppo?
Idromax ha da sempre utilizzato generatori a condensazione nelle più diverse combinazioni impiantistiche ottenendo sempre ottimi risultati, per la soddisfazione dei nostri clienti.
Metteteci alla prova!